Europee, Fratelli d’Italia Cerignola all’8,33%: «Cresciamo perché presenti e radicati. Ora pensiamo al 2020»

Da striscia, alle strisce: il lagrimaro “sparisce”
29 Aprile 2019

CERIGNOLA – Fratelli d’Italia di Cerignola continua a crescere: alle elezioni europee, l’8,33% ha scelto il partito di Fratelli d’Italia, che eguaglia Forza Italia in caduta libera e certifica un dato di costante presenza sul territorio.

Solo 15 mesi fa, il partito rinato nel 2017 portava a casa un lusinghiero 6,83% (Senato) alle Politiche. Il 26 maggio Fdi va ancora ben oltre la soglia nazionale (6,46%), incorona Stella Mele regina di preferenze e festeggia la rielezione di Raffaele Fitto. Bene anche il deputato Marcello Gemmato.

Alle urne ci va soltanto il 31% dei cerignolani. Appena 7 voti separano da Forza Italia. Ma Fratelli d’Italia porta a casa un grande risultato: 1477 preferenze espresse a fronte di 1124 voti di lista: «Contrariamente ad altre forze, da Fi alla Lega – spiega il coordinatore cittadino, Gianvito Casarella – , Fratelli d’Italia ha avuto tutte preferenze espresse, con pochissimi voti “mediatici” solo sul simbolo o ai soli leader nazionali, come accade ad altri che vantano numeri irreali a livello locale. Questo vuol dire che i nostri voti sono del territorio, cresciamo e possiamo puntare a ragione alle sfide del 2020».
Chi ha votato Fratelli d’Italia a Cerignola ha inteso forza ad un gruppo giovane ma esperto che via via cresce, e che da solo sta tenendo alta la bandiera del centrodestra, contro traditori ed affaristi. «Noi non chiediamo il voto l’ultimo mese conclude Casarella – : proviamo a meritarcelo ogni giorno, con attività, iniziative, proposte, denunce, attraverso giornalini, radio, social, contatti personali. Insomma, siamo sempre in campagna elettorale, tra la gente. Ora dobbiamo arrivare al 69% che non ha votato. Perché, quando smonteranno il circo dei clown e delle bestie feroci, noi saremo lì, per Cerignola. Con impegno, senso civico, legalità».

Print Friendly, PDF & Email